Primo piano

COVID. ALLARME IN GRAN BRETAGNA. GRANDE PREOCCUPAZIONE DELL’AUTORITÀ BRITANNICHE PER LA VARIANTE DELTA LA CUI TRASMISSIBILITÀ SUPERA IL 60%
COVID. LA 18ENNE CAMILLA CANEPA, DECEDUTA DOPO ESSERE STATA VACCINATA CON ASTRAZENECA, SOFFRIVA DI UNA MALATTIA AUTOIMMUNE. S’INDAGA SE NELLA CARTELLA CLINICA DELLA RAGAZZA SIANO STATE CORRETTAMENTE EVIDENZIATE LE PATOLOGIE DI CUI SOFFRIVA
COVID. DAL PROSSIMO LUNEDÌ 40,5 MILIONI DI ITALIANI SI TROVERANNO IN ZONA BIANCA. INDICE RT STABILE A 0.68.
ESTERI. PRIMO VERTICE DEL G7 DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DRAGHI SARÀ IL RELATORE PRINCIPALE NEL CORSO DELLA SESSIONE SULLA RIPRESA ECONOMICA
ESTERI. ALLARME DELLE NAZIONI UNITE PER LA SITUAZIONE IN ETIOPIA. NEL TIGRAY OLTRE 350.000 PERSONE ALLA FAME
SALUTE. CON IL LAVORO DA CASA IL CO2 IN ITALIA SI RIDURREBBE COME 60 MILIONI DI VOLI LONDRA-BERLINO IN MENO
CRONACA. IL CUGINO DI SAMAN SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE E NEGA IL SUO COINVOLGIMENTO NELLA SCOMPARSA DELLA RAGAZZA PAKISTANA
COVID. PER GLI ULTRASESSANTENNI CHE NELLA PRIMA DOSE HANNO RICEVUTO L’ASTRAZENECA IL RICHIAMO SARÀ EFFETTUATO CON PFIZER OPPURE MODERNA
Treviso City Web Radio

Le Pantere tornano a graffiare anche in trasferta (1-3)

IMG_4279Modena. La vittoria contro Modena oltre a regalare il primato in classifica, sia pure in coabitazione con Novara, permette a Conegliano di riassaporare il gusto di un successo fuori le mura amiche che mancava da tempo. È ancora presto per capire se la prova di maturità da tempo chiesta da Mazzanti sia stata finalmente superata ma è comunque un segnale di vitalità che non fa certo male al morale. Sotto di un parziale le Pantere conquistano i successivi tre grazie ad una difesa in spolvero, muri himalayano che fanno dannare l’anima alle avversarie ed un attacco targato USA che completa alla grande l’opera.

Il primo parziale è proprio in chiaroscuro per le ragazze di Mazzanti. Si inizia con gli errori della Adams e si arriva così sul 5-2 per Modena. La Easy e la Glass ci mettono però una pezza e l’Imoco recupera il terreno conquistandosi il primo vantaggio della partita sul 5-6. Immediato pareggio della Di Iulio. Ha inizio un lungo periodo caratterizzato dal classico elastico tra due squadre che non riescono a prevalere l’una sull’altra. Si arriva al time out tecnico sul 12-11. Inizia il predominio della Liu-Jo con Conegliano sempre ad inseguire: 17-12, 18-16, 23-18. Verso la fine del parziale l’Imoco si riavvicina ma è solo un abbaglio. La Di Iulio mura la Adams e la prima frazione di gioco termina sul 25-21.

La seconda sezione di gioco parte molto male per le ospiti: 5-3, 7-3. Brutto segnale. Per chi deve recuperare non è certo il modo migliore per ribaltare la situazione. Mazzanti cerca di scuotere le ragazze in chiara difficoltà. La Robinson contribuisce al grande ritorno delle Pantere. Si arriva sul 14-14 e sembra che, pur ancora con qualche errore di troppo, le coneglianesi riescano lentamente a riemergere dal pantano tecnico fino ad ora emerso sul campo. I muri della Adams e della Barazza sono i veri e propri pilastri di questa rinascita agonistica. Si procede punto a punto: 18-19, 20-20. Al rientro in campo, dopo una pausa discrezionale del tecnico gialloblu, la Ortolani, la Nicoletti e la Easy spingono l’Imoco alla conquista del secondo parziale che si conclude sul 21-25. Ora siamo in parità.

Sulla spinta del successo ottenuto nella frazione di gioco precedente le Pantere riprendono a pressare sulle avversarie. Si arriva presto sul 1-4 firmato da un punto battuta della Robinson. Modena però lentamente recupera fino all’errore della Barazza che fissa il punteggio sul 5-5. Le padroni di casa sembrano scuotersi da un momentaneo torpore mentale che le aveva messo chiaramente in difficoltà. Un bel muro della Diouf regala il 10-8 alla Liu-Jo. Torna presto di nuovo però la nebbia nell’area rosa modenese e ne approfitta l’Imoco. Il muro gialloblu continua a funzionare a dovere e spinge le ospiti nuovamente avanti. Alla pausa tecnica prevista dal regolamento il punteggio è ora fermo sul 10-12. Si torna in campo e Conegliano riesce a tenere a distanza Modena: 13-16, 15-20, 17-20. Le Pantere hanno quattropunti di vantaggio sulla Liu-Jo che però riesce ad annullare con caparbietà, fino al punto della Easy che chiude il parziale sul 23-25. Siamo sul 1-2 per Conegliano.

Un mini allungo di 3-0 per le ospiti fa pensare subito che forse anche questo parziale possa sorridere alle Pantere ma Modena non vuole proprio gettare la spugna. Conegliano continua però a ricevere bene e si propone in attacco spesso con disinvoltura grazie alla Glass che smista palloni di qualità. Le modenesi restano vicine ciò nonostante alla fine l’Imoco riesce a fuggire via ugualmente: 8-11, 12-16. Il gioco di Conegliano funziona come un orologio svizzero, le modenesi però si riportano lo stesso sotto sul 22-24. Malgrado il pregevole sforzo delle padroni di casa la partita si conclude comunque a favore delle coneglianesi. Merito di una spettacolare difesa della Glass che regala alla compagna Adams un punto d’oro che significa la conquista del quarto parziale e della vittoria finale.

shop now!

© Riproduzione riservata