Primo piano

COVID. ALLARME IN GRAN BRETAGNA. GRANDE PREOCCUPAZIONE DELL’AUTORITÀ BRITANNICHE PER LA VARIANTE DELTA LA CUI TRASMISSIBILITÀ SUPERA IL 60%
COVID. LA 18ENNE CAMILLA CANEPA, DECEDUTA DOPO ESSERE STATA VACCINATA CON ASTRAZENECA, SOFFRIVA DI UNA MALATTIA AUTOIMMUNE. S’INDAGA SE NELLA CARTELLA CLINICA DELLA RAGAZZA SIANO STATE CORRETTAMENTE EVIDENZIATE LE PATOLOGIE DI CUI SOFFRIVA
COVID. DAL PROSSIMO LUNEDÌ 40,5 MILIONI DI ITALIANI SI TROVERANNO IN ZONA BIANCA. INDICE RT STABILE A 0.68.
ESTERI. PRIMO VERTICE DEL G7 DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DRAGHI SARÀ IL RELATORE PRINCIPALE NEL CORSO DELLA SESSIONE SULLA RIPRESA ECONOMICA
ESTERI. ALLARME DELLE NAZIONI UNITE PER LA SITUAZIONE IN ETIOPIA. NEL TIGRAY OLTRE 350.000 PERSONE ALLA FAME
SALUTE. CON IL LAVORO DA CASA IL CO2 IN ITALIA SI RIDURREBBE COME 60 MILIONI DI VOLI LONDRA-BERLINO IN MENO
CRONACA. IL CUGINO DI SAMAN SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE E NEGA IL SUO COINVOLGIMENTO NELLA SCOMPARSA DELLA RAGAZZA PAKISTANA
COVID. PER GLI ULTRASESSANTENNI CHE NELLA PRIMA DOSE HANNO RICEVUTO L’ASTRAZENECA IL RICHIAMO SARÀ EFFETTUATO CON PFIZER OPPURE MODERNA
Treviso City Web Radio

La serie A 2015/2016 è alle porte con l’Imoco finalmente al completo

arrighettimazzanti-1024x768[1]Conegliano. Sta arrivando il tanto atteso momento di vedere all’opera in campionato la nuova Imoco targata Mazzanti. Dal primo raduno ad oggi le assenze delle atlete impegnate nelle varie nazionali ha condizionato non poco il lavoro del nuovo gruppo tecnico della squadra veneta. Ora non è più così. Da qualche giorno infatti l’allenatore ha potuto via via accogliere al Palaverde, sede degli allenamenti della squadra, le nuove giocatrici ingaggiate e le veterane che sono state riconfermate dalla società per fare il tanto atteso gran salto verso la storia. De Gennaro, Arrighetti, le americane Robinson, Easy-Hodge, Adams si sono unite alle compagne pronte per la nuova stimolante sfida sportiva che i fedeli sostenitori sperano piena di soddisfazioni e di successi.

Arrighetti: “È stato per me un periodo complicato. Il mal di schiena mi ha creato qualche problema. Mi ha condizionato molto. Ora va meglio e sono pronta per la nuova stagione agonistica. La recente esperienza azzurra non è stata certo positiva ma non è tutto da buttare via. Sono fiduciosa, sia per la nazionale che dovrà affrontare il torneo preolimpico, sia per la mia nuova squadra in prospettiva campionato. È elettrizzante avere come casa un palazzetto dello sport così prestigioso dove ho vissuto tanti bei momenti e che ho sempre ammirato. Riguardo agli obiettivi, è indiscutibile, non possiamo nasconderci quando ti chiami Imoco Volley. Però è troppo presto per parlarne. Aspettiamo fiduciose, la panchina e le titolari sono una garanzia.”

Mazzanti: “È stato facile ambientarsi, direi anche veloce. L’Imoco a misura di famiglia è una gran cosa per chi inizia una nuova fase della propria carriera sportiva, poi in una realtà così ambiziosa e di prestigio come la “Ferrari” Imoco. Sono anche contento del lavoro svolto fino ad ora. L’organizzazione e le strutture della società mi hanno reso tutto più facile. Insieme ai miei collaboratori ho potuto svolgere il mio lavoro in condizioni ottimali.”

“I nuovi arrivi sono stati scelti in base al progetto sportivo che il mio gruppo di collaboratori ed io abbiamo in testa. Giocatrici le cui qualità tecniche potessero garantire un rapido processo di amalgama tra le ragazze. È chiaro però che comunque ci vorrà del tempo prima che i meccanismi di gioco e l’intesa in campo possano essere al 100%. È inevitabile dopo una campagna acquisti così radicale.” (Foto Sito Imoco Volley)

shop now!

© Riproduzione riservata