Primo Piano

ESTERI. FRANCIA. AL PRIMO TURNO DELLE ELEZIONI LEGISLATIVE LA COALIZIONE “ENSEMBLE!”, CHE SOSTIENE IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON HA RAGGIUNTO IL 25,75% DEI VOTI RISPETTO AL 25,66% DELL’ALLEANZA DI SINISTRA “NUPES” DI JEAN-LUC MELENCHON, SOLO LO 0,09% DI VOTI IN PIÙ (CIRCA 21 MILA VOTI DI SCARTO)
ESTERI. FRANCIA. IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON: ” SIAMO ENTRATI IN UNA ECONOMIA DI GUERRA E DOVREMO DUNQUE ORGANIZZARCI IN MODO DA AFFRONTARE UN LUNGO PERIODO DI DIFFICOLTÀ. È CAMBIATO TUTTO. NON È PIÙ POSSIBILE VIVERE ALLO STESSO RITMO ED ALLA STESSO LIVELLO DI COME VIVEVAMO UN’ANNO FA.”
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. NELLA SOLA REGIONE DI KIEV SONO STATI CONTEGGIATI 1500 CIVILI UCCISI DURANTE L’OCCUPAZIONE DELLE FORZE ARMATE RUSSE, DEI QUALI 1200 NON È STATO POSSIBILE RISALIRE ALLA LORO IDENTITÀ, 75% DI UOMINI, 2% DI BAMBINI, 23% DI DONNE
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL CAPO DELLA POLIZIA NAZIONALE, IGOR KLYMENKO: “ABBIAMO APERTO UN PROCEDIMENTO PENALE PER LA MORTE DI 12 MILA PERSONE TROVATE SOPRATTUTTO NELLE FOSSE COMUNI, UN NUMERO ALTRETTANTO CONSISTENTE DI VITTIME RIGUARDA VITTIME SCOPERTE NELLE PROPRIE ABITAZIONI. SONO CIFRE DA AGGIORNARE DI CONTINUO A CAUSA DEI NUMEROSISSIMI CORPI CHE VENGONO INDIVIDUATI OGNI SETTIMANA NEI TERRITORI CHE SONO STATI INTERESSATI NEI MESI SCORSI DALL’OCCUPAZIONE DELL’ESERCITO RUSSO.”
ESTERI. ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL PRESIDENTE VOLODYMYR ZELENS’KYJ: “A SEVERODONETSK STIAMO COMBATTENDO LETTERALMENTE METRO PER METRO. IL SUOLO DEL TERRITORIO DI LUGANSK È INTRISO DEI SOLDATI DEL NOSTRO ESERCITO E DI QUELLO DEGLI INVASORI RUSSI. CHIEDO ANCORA UNA VOLTA L’INVIO DI MISSILI.”
Treviso City Web Radio

I Vivarini a Conegliano dal 20/02 al 05/06/2016

1Conegliano. Manca poco all’apertura della grande mostra dedicata alla famiglia Vivarini allestita all’interno del Palazzo Sarcinelli di Conegliano. Tra la fine del ‘400 fino ai primi anni del ‘500 la bottega di Antonio, Bartolomeo ed Alvise si conquistò uno spazio nel mercato dell’arte trovandosi in competizione con quella dei Bellini per il predominio dell’ambiente della pittura veneziana, in quel periodo storico particolarmente vivace ed in piena evoluzione stilistica.

È un periodo in cui si verifica un cambiamento di notevole valenza storica, non solo per l’arte veneta ma, in generale, anche di quella italiana. Si tratta infatti del tramonto del Gotico “fiorito” e l’arrivo dei primi raggi di sole del rigore rinascimentale che illuminerà ed ispirerà artisti che hanno contribuito ad arricchire con le loro meraviglie artistiche l’universale Storia dell’Arte.

Verranno esposti dei veri e propri capolavori: dai polittici alle tavole per la devozione privata, provenienti dalla Puglia, dalla Dalmazia e da Bergamo. Opere in cui scompaiono i preziosi fondi oro ed appaiono sempre di più la natura, delicati e magici paesaggi, atmosfere dove i colori fanno emergere figure e storie che provocano nell’osservatore una sentita Pietas.

Artefici di questo affascinante viaggio nell’arte dei Vivarini sono la Civita Tre Venezie e la Città di Conegliano, con Giandomenico Romanelli che ha curato l’allestimento della mostra.

shop now!

© Riproduzione riservata