Primo Piano

ESTERI. FRANCIA. AL PRIMO TURNO DELLE ELEZIONI LEGISLATIVE LA COALIZIONE “ENSEMBLE!”, CHE SOSTIENE IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON HA RAGGIUNTO IL 25,75% DEI VOTI RISPETTO AL 25,66% DELL’ALLEANZA DI SINISTRA “NUPES” DI JEAN-LUC MELENCHON, SOLO LO 0,09% DI VOTI IN PIÙ (CIRCA 21 MILA VOTI DI SCARTO)
ESTERI. FRANCIA. IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON: ” SIAMO ENTRATI IN UNA ECONOMIA DI GUERRA E DOVREMO DUNQUE ORGANIZZARCI IN MODO DA AFFRONTARE UN LUNGO PERIODO DI DIFFICOLTÀ. È CAMBIATO TUTTO. NON È PIÙ POSSIBILE VIVERE ALLO STESSO RITMO ED ALLA STESSO LIVELLO DI COME VIVEVAMO UN’ANNO FA.”
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. NELLA SOLA REGIONE DI KIEV SONO STATI CONTEGGIATI 1500 CIVILI UCCISI DURANTE L’OCCUPAZIONE DELLE FORZE ARMATE RUSSE, DEI QUALI 1200 NON È STATO POSSIBILE RISALIRE ALLA LORO IDENTITÀ, 75% DI UOMINI, 2% DI BAMBINI, 23% DI DONNE
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL CAPO DELLA POLIZIA NAZIONALE, IGOR KLYMENKO: “ABBIAMO APERTO UN PROCEDIMENTO PENALE PER LA MORTE DI 12 MILA PERSONE TROVATE SOPRATTUTTO NELLE FOSSE COMUNI, UN NUMERO ALTRETTANTO CONSISTENTE DI VITTIME RIGUARDA VITTIME SCOPERTE NELLE PROPRIE ABITAZIONI. SONO CIFRE DA AGGIORNARE DI CONTINUO A CAUSA DEI NUMEROSISSIMI CORPI CHE VENGONO INDIVIDUATI OGNI SETTIMANA NEI TERRITORI CHE SONO STATI INTERESSATI NEI MESI SCORSI DALL’OCCUPAZIONE DELL’ESERCITO RUSSO.”
ESTERI. ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL PRESIDENTE VOLODYMYR ZELENS’KYJ: “A SEVERODONETSK STIAMO COMBATTENDO LETTERALMENTE METRO PER METRO. IL SUOLO DEL TERRITORIO DI LUGANSK È INTRISO DEI SOLDATI DEL NOSTRO ESERCITO E DI QUELLO DEGLI INVASORI RUSSI. CHIEDO ANCORA UNA VOLTA L’INVIO DI MISSILI.”
Treviso City Web Radio

Le domeniche ecologiche? Per i trevigiani forse non è più un dramma

Treviso. Da quando sono state introdotte nel capoluogo della Marca le domeniche con il divieto di transito delle autovetture nel centro cittadino, “pol esser” che finalmente non sia più una tragedia per i trevigiani il doverlo raggiungere a piedi.

Che sia dipeso dal tempo primaverile gradevole o da una ritrovata consapevolezza civica, da troppo tempo lasciata in soffitta, fatto sta che lo scorso fine settimana tantissimi veneti della Marca Trevigiana hanno deciso di parcheggiare le proprie automobili Fuori Mura e procedere poi camminando in direzione del centro città.

Nella prima delle due domeniche chiuse al traffico previste per il mese di aprile, la grande voglia di fare degli acquisti e l’immancabile desiderio di rilassarsi durante il fine settimana, non sono stati affatto ostacolati dalle ordinanze del Comune previste allo scopo di limitare il più possibile l’impatto negativo dell’annoso problema dell’inquinamento cittadino.

Non è da escludere quindi a priori che in un prossimo futuro queste domeniche ecologiche possano trasformarsi in appuntamenti stabili e consolidati, almeno negli ultimi due giorni della settimana.

Il Sindaco di Treviso, Mario Conte: “Domenica ho visto una città piena di gente, questo dimostra che è una questione di abitudine. La direzione è quella giusta, il centro è più vivibile con meno automobili.”

© Riproduzione riservata