Primo piano

COVID. L’RT A LIVELLO NAZIONALE SCENDE ALLO 0,98. PREOCCUPAZIONE PER LE TERAPIE INYENSIVE DI 14 REGIONI CHE SUPERANO LA SOGLIA CRITICA
CRONACA. INDAGATE QUATTRO PERSONE PER AVER INVIATO NUMEROSI MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA CON GRAVI MINACCE AL MINISTRO SPERANZA
CRONACA. PER IL CONSIGLIO DI STATO OBBLIGO DI MASCHERINA ANCHE PER I BAMBINI SOTTO I 12 ANNI
CRONACA. TELECAMERE NASCOSTE IMMORTALANO L’UFFICIALE DI MARINA BIOT MENTRE FOTOGRAFA LO SCHERMO DEL PROPRIO PC SUL QUALE COMPAIONO DOCUMENTI CLASSIFICATI
CRONACA. PAPA FRANCESCO IN VISITA DAI POVERI E DAI SENZA TETTO NELL’ATRIO DELL’AULA PAOLO VI MENTRE SONO SOTTOPOSTI ALL’IMMUNIZZAZIONE DA SARS-COV-2
ESTERI. IN BRASILE IN 24 ORE SONO STATI VACCINATI 1 MILIONE DI CITTADINI, TRA LA PRIMA E LA SECONDA DOSE 23 MILIONI
ESTERI. OPERATORI TURISTICI TURCHI ORGANIZZANO VIAGGI IN RUSSIA PROPONENDO UN PACCHETTO COMPLETO: VIAGGIO, VACCINAZIONE E VISITA DELLA CAPITALE RUSSA
ESTERI. PRESUNTI ABUSI SESSUALI ED ATTI DI BULLISMO DA PARTE DI DUE MEMBRI DELL’ORGANIZZAZIONE BENEFICA BRITANNICA OXFAM. SONO STATI SOSPESI DAL LORO INCARICO, SONO IN CORSO INDAGINI
VENETO. IL PRESIDENTE DELLA REGIONE DEL VENETO LUCA ZAIA: “DOPO PASQUA IL VENETO IN ZONA ARANCIONE”
VENETO. FINE DI UN INCUBO PER UN RISTORATORE DI VERONA INSERITO PER SBAGLIO NELLA LISTA NERA DEL TESORO DEGLI STATI UNITIA CAUSA DI UNO SCAMBIO DI IDENTITÀ, SI RITENEVA CHE FOSSE COINVOLTO IN UNA RETE CHE TENTAVA DI ELUDERE LE SANZIONI IMPOSTE DALL’EX PRESIDENTE AMERICANO DONALD TRUMP ALLA COMPAGNIA PETROLIFERA VENEZUELANA PETROLEOS
PROVINCIA. TUTTO PRONTO PER SABATO 03/04 PER LA VACCINAZIONE DI 4.278 NATI NEL 1935 DEL TERRITORIO DELLA MARCA, A CASTELFRANCO 419 CITTADINI VERRANNO IMMUNIZZATI DIRETTAMENTE IN AUTO
TREVISO. L’USL 2 HA COMUNICATO CHE SONO ARRIVATE NUOVE FORNITURE DI VACCINI, RIATTIVATO IL PORTALE PER LE PRENOTAZIONI NEL TREVIGIANO
Treviso City Web Radio

La Grande Guerra, i luoghi e l’arte dei feriti

isp_gg_vi_carpi_05-edit[1]Vicenza. Nelle Gallerie Italia di Palazzo Leoni Montanari di Vicenza fino al 23 agosto si può visitare la mostra che ha per protagonisti artisti-soldato che hanno visto con i propri occhi e vissuto sulla propria pelle gli orrori della grande carneficina dei primi anni del Secolo Breve. Volontari che erano disposti a sacrificare la propria vita per le terre irredenti, quali Trento e Trieste. oppure che hanno voluto documentare i fatti in qualità di corrispondenti ufficiali dei drammatici eventi del conflitto mondiale.

Grazie ai disegni di Innocente Cantone il Montello, il Monte Grappa, Vittorio Veneto, il Carso ed il Piave, rivivono davanti all’osservatore e trasmettono al visitatore il profondo senso di smarrimento ed impotenza dei protagonisti che popolarono quei luoghi, scenari di massacri ed immani tragedie umane che bagnarono con fiumi di sangue le pagine di storia del nostro paese. Nella mostra sono presenti anche i dipinti di Achille Beltrame, il più popolare degli illustratori di giornali del tempo.

Con le tavole di Italico Brass vengono descritte e documentate le manovre degli eserciti che si contendevano la supremazia sul territorio del fronte che spesso poteva ridursi anche ad un piccolo fazzoletto di terra. Accampamenti, trincee, tutti in presa diretta grazie alle litografie di Aldo Carpi che riprendono i soldati senza nome, vittime ed eroi di eventi tragici.

A testimoniare che il dramma del conflitto nelle nostre terre non ha risparmiato nulla è presente anche una sezione dove si può osservare i danni subiti dalla Gipsoteca di Possagno, in particolare, le ferite inferte ai bellissimi gessi di Antonio Canova mutilati nei volti e nei corpi.

Una sezione fotografica infine con gli scatti di Luca Campigotto, realizzati nell’ambito del progetto “Teatri di Guerra”, curata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Struttura di Missione per gli Anniversari di Interesse Nazionale, vede come protagonista la guerra in montagna. Percorsi, sentieri, forti, postazioni, gallerie, grotte che la natura in un secolo non è riuscita ad assimilare e né tantomeno a cancellare.

shop now!

© Riproduzione riservata