Primo piano

COVID. ALLARME IN GRAN BRETAGNA. GRANDE PREOCCUPAZIONE DELL’AUTORITÀ BRITANNICHE PER LA VARIANTE DELTA LA CUI TRASMISSIBILITÀ SUPERA IL 60%
COVID. LA 18ENNE CAMILLA CANEPA, DECEDUTA DOPO ESSERE STATA VACCINATA CON ASTRAZENECA, SOFFRIVA DI UNA MALATTIA AUTOIMMUNE. S’INDAGA SE NELLA CARTELLA CLINICA DELLA RAGAZZA SIANO STATE CORRETTAMENTE EVIDENZIATE LE PATOLOGIE DI CUI SOFFRIVA
COVID. DAL PROSSIMO LUNEDÌ 40,5 MILIONI DI ITALIANI SI TROVERANNO IN ZONA BIANCA. INDICE RT STABILE A 0.68.
ESTERI. PRIMO VERTICE DEL G7 DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DRAGHI SARÀ IL RELATORE PRINCIPALE NEL CORSO DELLA SESSIONE SULLA RIPRESA ECONOMICA
ESTERI. ALLARME DELLE NAZIONI UNITE PER LA SITUAZIONE IN ETIOPIA. NEL TIGRAY OLTRE 350.000 PERSONE ALLA FAME
SALUTE. CON IL LAVORO DA CASA IL CO2 IN ITALIA SI RIDURREBBE COME 60 MILIONI DI VOLI LONDRA-BERLINO IN MENO
CRONACA. IL CUGINO DI SAMAN SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE E NEGA IL SUO COINVOLGIMENTO NELLA SCOMPARSA DELLA RAGAZZA PAKISTANA
COVID. PER GLI ULTRASESSANTENNI CHE NELLA PRIMA DOSE HANNO RICEVUTO L’ASTRAZENECA IL RICHIAMO SARÀ EFFETTUATO CON PFIZER OPPURE MODERNA
Treviso City Web Radio

Il “Ritratto di frate domenicano” del Museo di Santa Caterina all’Esposizione di Milano

Ritratto_del_frate_guardiano_del_convento_di_san_Zanipolo[1] Treviso. Vittorio Sgarbi ha chiesto al Comune del capoluogo della Marca il capolavoro dell’artista veneziano per la mostra “Il Tesoro d’Italia” che sarà allestita dal 01/05 al 31/10/2015 all’esposizione universale del capoluogo lombardo.

Occasione importante e di grande visibilità per la città, oltre che per il patrimonio artistico presente nel nostro territorio. Grande soddisfazione e grande motivo d’orgoglio dunque per la nostra comunità nel vedere inserito nel catalogo della mostra curata dal noto critico d’arte anche l’opera dell’artista che mosse i suoi primi passi proprio a Treviso.

La nostra città farà così bella mostra di sé grazie a questa prestigiosa testimonianza artistica in un contesto che occorre sfruttare al massimo in termini di visibilità per la promozione turistica della nostra bella città. È stato infatti calcolato che il numero dei visitatori giornalieri all’Esposizione potrà aggirarsi attorno alle dieci mila presenze. Un numero decisamente allettante per chiunque volesse trarne beneficio in termini di ritorno d’immagine. Quale migliore occasione dunque se non un evento nel quale si potranno ammirare decine e decine di tesori artistici invidiati da tutto il mondo per far conoscere Treviso?

Oltre al ritratto che presto raggiungerà Milano non vanno però dimenticate altre bellissime opere dell’artista presenti nella nostra provincia. La Pala della Chiesa di Santa Cristina a Quinto e quella del Duomo di Asolo sono due capolavori che si trovano a due passi da casa e che nel 2010, in occasione della mostra dedicata al Lotto ed allestita alle Scuderie del Quirinale di Roma, insieme al ritratto del frate, hanno conquistato ed affascinato migliaia di visitatori.

Il “Ritratto di frate domenicano” fu realizzato a Venezia per il Convento dei santi Giovanni e Paolo ed è uno degli esempi più sublimi della ritrattistica rinascimentale. Ne è convinto Antonio Bigolin che realizzò il restauro dell’opera proprio in occasione della mostra evento del 2010 dedicata all’artista.

Prima del trasferimento del quadro verranno organizzati manifestazioni per festeggiarne la partenza e per informare i trevigiani della presenza nel Museo Civico di Santa Caterina di Treviso di un tesoro d’inestimabile valore artistico.

shop now!

© Riproduzione riservata