Primo piano

COVID. L’RT A LIVELLO NAZIONALE SCENDE ALLO 0,98. PREOCCUPAZIONE PER LE TERAPIE INYENSIVE DI 14 REGIONI CHE SUPERANO LA SOGLIA CRITICA
CRONACA. INDAGATE QUATTRO PERSONE PER AVER INVIATO NUMEROSI MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA CON GRAVI MINACCE AL MINISTRO SPERANZA
CRONACA. PER IL CONSIGLIO DI STATO OBBLIGO DI MASCHERINA ANCHE PER I BAMBINI SOTTO I 12 ANNI
CRONACA. TELECAMERE NASCOSTE IMMORTALANO L’UFFICIALE DI MARINA BIOT MENTRE FOTOGRAFA LO SCHERMO DEL PROPRIO PC SUL QUALE COMPAIONO DOCUMENTI CLASSIFICATI
CRONACA. PAPA FRANCESCO IN VISITA DAI POVERI E DAI SENZA TETTO NELL’ATRIO DELL’AULA PAOLO VI MENTRE SONO SOTTOPOSTI ALL’IMMUNIZZAZIONE DA SARS-COV-2
ESTERI. IN BRASILE IN 24 ORE SONO STATI VACCINATI 1 MILIONE DI CITTADINI, TRA LA PRIMA E LA SECONDA DOSE 23 MILIONI
ESTERI. OPERATORI TURISTICI TURCHI ORGANIZZANO VIAGGI IN RUSSIA PROPONENDO UN PACCHETTO COMPLETO: VIAGGIO, VACCINAZIONE E VISITA DELLA CAPITALE RUSSA
ESTERI. PRESUNTI ABUSI SESSUALI ED ATTI DI BULLISMO DA PARTE DI DUE MEMBRI DELL’ORGANIZZAZIONE BENEFICA BRITANNICA OXFAM. SONO STATI SOSPESI DAL LORO INCARICO, SONO IN CORSO INDAGINI
VENETO. IL PRESIDENTE DELLA REGIONE DEL VENETO LUCA ZAIA: “DOPO PASQUA IL VENETO IN ZONA ARANCIONE”
VENETO. FINE DI UN INCUBO PER UN RISTORATORE DI VERONA INSERITO PER SBAGLIO NELLA LISTA NERA DEL TESORO DEGLI STATI UNITIA CAUSA DI UNO SCAMBIO DI IDENTITÀ, SI RITENEVA CHE FOSSE COINVOLTO IN UNA RETE CHE TENTAVA DI ELUDERE LE SANZIONI IMPOSTE DALL’EX PRESIDENTE AMERICANO DONALD TRUMP ALLA COMPAGNIA PETROLIFERA VENEZUELANA PETROLEOS
PROVINCIA. TUTTO PRONTO PER SABATO 03/04 PER LA VACCINAZIONE DI 4.278 NATI NEL 1935 DEL TERRITORIO DELLA MARCA, A CASTELFRANCO 419 CITTADINI VERRANNO IMMUNIZZATI DIRETTAMENTE IN AUTO
TREVISO. L’USL 2 HA COMUNICATO CHE SONO ARRIVATE NUOVE FORNITURE DI VACCINI, RIATTIVATO IL PORTALE PER LE PRENOTAZIONI NEL TREVIGIANO
Treviso City Web Radio

I Leoni continuano a non ruggire, il Benetton Rugby ancora sconfitto (13-32)

011-7D2_4027[1] - CopiaMonigo (TV). La partita inizia con un sostanziale equilibrio. Nessuna delle due squadre riesce a prendere il pallino del gioco e quindi il sopravvento sull’altra. Il ritmo è decisamente lento. Bene per Treviso che così non rischia di subire subito la pressione dei più quotati avversari. La cronica indisciplina dei veneti regala però molto presto all’Ulster la prima punizione della partita. Al 10′ infatti Ian Humphreys non si lascia scappare l’occasione di portare la propria squadra in vantaggio (0-3).

I trevigiani reagiscono e per una ventina di minuti fa sua la partita. Nulla di ecclatante ma scalda ugualmente gli animi degli infreddoliti tifosi sugli spalti. Si concretizza tuttavia poco. In buona sostanza le moltepilci multifasi risultano sterili e poco efficaci per scardinare la difesa degli ospiti. Non c’è un convinto avanzamento, le gambe dei biancoverdi sembrano spesso molli e la gestione della palla è avvolte improvvisata. Gli avanti si sprecano. Alla fine qualcosa di positivo arriva lo stesso. Al 32’, grazie ad un vantaggio, la squadra di Marius Goosen si guadagna una punizione che le consente di rimettere momentaneamente le cose a posto (3-3). Ma è solo un attimo. Poco prima dello scadere del primo tempo i nordirlandesi vanno di nuovo in vantaggio. E’ sempre Humphreys a presentarsi sulla piazzola. Il primo tempo finisce dunque con l’Ulster che con il minimo sindacale è in vantaggio sui biancoverdi (3-6).

Nei primi minuti della ripresa ci si illude che i Leoni riescano a continuare sulla falsa riga della prima frazione di gioco. Al 48’ arriva infatti il pareggio dei padroni di casa ma è solo un abbaglio. Gli ospiti sono tornati dagli spogliatoi con una marcia in più rispetto ai trevigiani. Dominano con disinvoltura sia la “maul” che la mischia.  Al 53’ arriva la meta di Van der Merve. L’equilibrio di una partita non particolarmente bella a vedersi si rompe definitivamente (6-13).  Il Benetton soffre e sbanda parecchio. Così al 58’ Cave piazza l’ovale per la seconda meta dei nordirlandesi. Segue la trasformazione del solito Humphreys (6-20). Un uno-due che stordisce e mette in ginocchio Treviso.

La gara si chiude definitivamente al 63’. Christie gestisce malissimo il possesso e lascia campo libero a Rory Scholes che non si fa pregare due volte. Ringrazia e s’invola senza ostacoli in meta (6-27). I nordirlandesi sono alla ricerca della meta del bonus che arriva al 73’ con Olding (6-32). C’è tempo anche per quella dell’orgoglio per i trevigiani. E’ Steyn che deposita la palla in meta (13-32). La sfida si chiude e l’Ulster si porta a casa 5 punti mentre il Benetton  incassa la 13° sconfitta in Pro 12.

BENETTON TREVISO – ULSTER 13-32 Marcatori: 10′ cp. Humphreys, 32′ c. Hayward, 39′ cp. Humphreys, 48′ cp. Hayward, 53′ m. van der Merwe tr. Humphreys, 58′ m. Cave tr. Humphreys, 63′ m. Scholes tr. Humphreys, 73′ m. Olding, 78′ m. Steyn tr. Hayward. (Foto: Sito Benetton Rugby)

shop now!

© Riproduzione riservata