Primo Piano

QUIRINALE. VOTO AD OLTRANZA PER L’ELEZIONE DEL NUOVO CAPO DELLO STATO. A NORMA DI LEGGE I POSITIVI NON DOVREBBERO VOTARE MA L’ISTRUTTORIA CONTINUA
COVID. SETTE PROVINCIE SI TROVANO AL PICCO DEL NUMERO DI CONTAGI, 28 REGIONI LO HANNO RAGGIUNTO
COVID. CON L’OBBLIGO DI VACCINAZIONE PER GLI ULTRACINQUANTENNI EFFETTUATE 685 MILA PRIME DOSI
CRONACA. ROMA. DONNA SALVATA DAL BRACCIALETTO ANTI-MOLESTATORE. L’EX COMPAGNO È STATO ARRESTATO
TREVISO. L’EX BASSISTA DEL GRUPPO MUSICALE POOH RICOVERATO IN OSPEDALE AL CA’ FONCELLO PER UN’INFEZIONE AL CUORE NEL REPARTO DI TERAPIA INTENSIVA
TREVISO. SONO TORNATE LE RISSE TRA BANDE DI GIOVANI VIOLENTI NEL PIENO CENTRO DI TREVISO. DUECENTO ESAGITATI SI SFIDANO E BLOCCANO I MEZZI DI TRASPORTO
TREVISO. TAZZINA DEL CAFFÈ 1,50 EURO. IL DISTRETTO TREVIGIANO DELLA TORREFAZIONE IN GINOCCHIO: “LAVORIAMO IN PERDITA”
VENETO. COVID. 13.094 POSITIVI AL VIRUS E 21 DECESSI. IN ISOLAMENTO IL 5% DELLA POPOLAZIONE VENETA. DIECI MILIONI PERÒ LE INOCULAZIONI DEL VACCINO DALL’INIZIO DELLA CAMPAGNA DI IMMUNIZZAZIONE
VENETO. PADOVA. I PIRATI INFORMATCI DIFFONDONO MIGLIAIA DI DOCUMENTI E DATI SENSIBILI TRAFUGATI IN UN RECENTE FURTO INFORMATICO PER COSTRINGERE L’AZIENDA SANITARIA EUGANEA A PAGARE IL RISCATTO. L’ULSS 6: “NON PAGHEREMO NESSUN RISCATTO!”
Treviso City Web Radio

I Leoni messi in ginocchio dall’Ulster (48-7)

rugby-union-generic-desktop-sport-thousands-of-141198[1]Belfast. Nella terza uscita dei trevigiani ecco materializzarsi di nuovo quello che sembrava ormai solo un lontano incubo. Vicende da relegare in un album dei ricordi che non si ama particolarmente riaprire. Invece niente, tutto da capo. Riparte la bobina di un film più volte visto la scorsa stagione.  Una sconfitta pesante che non concede repliche. Fischio d’inizio e alla prima incisiva ondata nordirlandese arriva subito la prima meta della partita ad opera di Tuhoy. E siamo solo al 6’ del primo tempo. Non si attenderà molto per vederne altre realizzate dai padroni di casa. Infatti, lo seguiranno Reidy (21’), Marshall (33’) e Gilroy (39’). Per tutto il primo tempo i Leoni non fanno che complicarsi la vita, sbagliando un calcio, numerosi placcaggi, incassando due cartellini gialli uno dietro l’altro (Harden e Barbini). In conclusione, un 27-0 che la dice lunga su come sono andate le cose per i biancoverdi nel primo tempo.

Un breve, brevissimo bagliore illumina i primi dieci minuti della ripresa del Benetton Treviso. Da un errore di Hayward che non indovina la touche e dalla conseguente mischia, la squadra veneta riesce a rubare l’ovale agli avversari con Budd. Riceve dunque Smylie che manda in meta Christie (8’). L’azione è velocissima, bellissima ma finisce tutto qui. Troppo poco. I continui e banali errori dei ragazzi di Casellato non fanno che agevolare il compito all’Ulster. Al 57’ è infatti il turno di Browne. Grazie alle mete sin qui segnate ed alle relative conversioni di McCloskey (8’, 22’, 57’), si giunge così all’ora di gioco sul 34-7 per i nordirlandesi. Passano pochi minuti ed uno scarico di Wilson permette a Gilroy di realizzare la sua seconda meta (65’). Segue la conversione di Nelson. Prima del fischio finale che manda i giocatori negli spogliatoi arriva anche la meta di Stevenson (75’). All’ottantesimo il tabellone fissa il risultato sull’impietoso punteggio di 48-7.

Al Kingspan Stadium si chiude una brutta e pesante sconfitta per la compagine veneta. Le numerose assenze non possono, non devono essere un alibi. Anche le altre squadre del torneo hanno molti giocatori impegnati nei mondiali di rugby in corso di svolgimento in questi giorni in Inghilterra. Quindi c’è molto da lavorare, solo da lavorare.

Marcatori Ulster Mete: Tuohy (6′), Reidy (21′), Marshall (33′), Gilroy (39′, 65′), Browne  (57′), Stevenson (75′) Conversioni: McCloskey  (8′, 22′, 57′), Nelson (65′, 75′) Punizioni: McCloskey  (11′).

Marcatori Benetton Mete: Christie (48′) Conversioni: Hayward  (48′).

shop now!

© Riproduzione riservata