Primo piano

COVID. ALLARME IN GRAN BRETAGNA. GRANDE PREOCCUPAZIONE DELL’AUTORITÀ BRITANNICHE PER LA VARIANTE DELTA LA CUI TRASMISSIBILITÀ SUPERA IL 60%
COVID. LA 18ENNE CAMILLA CANEPA, DECEDUTA DOPO ESSERE STATA VACCINATA CON ASTRAZENECA, SOFFRIVA DI UNA MALATTIA AUTOIMMUNE. S’INDAGA SE NELLA CARTELLA CLINICA DELLA RAGAZZA SIANO STATE CORRETTAMENTE EVIDENZIATE LE PATOLOGIE DI CUI SOFFRIVA
COVID. DAL PROSSIMO LUNEDÌ 40,5 MILIONI DI ITALIANI SI TROVERANNO IN ZONA BIANCA. INDICE RT STABILE A 0.68.
ESTERI. PRIMO VERTICE DEL G7 DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DRAGHI SARÀ IL RELATORE PRINCIPALE NEL CORSO DELLA SESSIONE SULLA RIPRESA ECONOMICA
ESTERI. ALLARME DELLE NAZIONI UNITE PER LA SITUAZIONE IN ETIOPIA. NEL TIGRAY OLTRE 350.000 PERSONE ALLA FAME
SALUTE. CON IL LAVORO DA CASA IL CO2 IN ITALIA SI RIDURREBBE COME 60 MILIONI DI VOLI LONDRA-BERLINO IN MENO
CRONACA. IL CUGINO DI SAMAN SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE E NEGA IL SUO COINVOLGIMENTO NELLA SCOMPARSA DELLA RAGAZZA PAKISTANA
COVID. PER GLI ULTRASESSANTENNI CHE NELLA PRIMA DOSE HANNO RICEVUTO L’ASTRAZENECA IL RICHIAMO SARÀ EFFETTUATO CON PFIZER OPPURE MODERNA
Treviso City Web Radio

SOS della Biblioteca per l’archivio in Rete sulla Grande Guerra

locandinamemoriadipopolomedia[1] - Copia (2)Castelfranco. La Biblioteca Comunale di Castelfranco chiama a raccolta i propri cittadini e li invita a partecipare al progetto “Colletta della Memoria”, promosso allo scopo di arricchire il proprio archivio storico sull’evento bellico che un secolo fà insanguinò le nostre terre lasciando in eredità profonde ferite e inconsolabili lutti.

Un catalogo storico della biblioteca che già di suo è sconfinato. Metri e metri di scafalature che contengono migliaia di documenti, faldoni, buste, registri di notevole valore culturale: dalle prime pergamene del XIII° secolo fino ad arrivare agli atti amministrativi comunali della metà del “Secolo Breve”.

La richiesta d’aiuto s’inserisce all’interno della settimana di promozione delle biblioteche della nostra provincia (“Biblioweek”) , ideata dalla Rete Biblioteche Trevigiane, e della mostra documentaria sulla Grande Guerra che la biblioteca di Castelfranco organizza sabato 17 e domenica 18 ottobre, dove sarà possibile salire sulla macchina del tempo e raggiungere idealmente quei luoghi del nostro veneto drammaticamente martoriati dagli obici del primo conflitto mondiale. Dove si potrà condividere le straziante testimonianze dei fanti poco prima dell’ennesimo assalto alla linee nemiche o conoscere le vicende degli inermi civili coinvolti loro malgrado in vicende storiche più grandi di loro.

Foto, lettere, documenti, alcuni anche inediti, che raccontano fatti, che descrivono eventi indelebili nella memoria collettiva del nostro paese. Episodi della vita militare e quelli della comunità dei civili a ridosso del fronte che s’intersecano dunque di continuo senza soluzione di continuità.

Le testimonianze di coloro che aderiranno all’invito verranno scansionate immediatamente allo scopo di indicizzarle e pubblicarle nel memoriale in Rete del sito www.1915-1918.org.

shop now!

© Riproduzione riservata