Primo piano

COVID. ALLARME IN GRAN BRETAGNA. GRANDE PREOCCUPAZIONE DELL’AUTORITÀ BRITANNICHE PER LA VARIANTE DELTA LA CUI TRASMISSIBILITÀ SUPERA IL 60%
COVID. LA 18ENNE CAMILLA CANEPA, DECEDUTA DOPO ESSERE STATA VACCINATA CON ASTRAZENECA, SOFFRIVA DI UNA MALATTIA AUTOIMMUNE. S’INDAGA SE NELLA CARTELLA CLINICA DELLA RAGAZZA SIANO STATE CORRETTAMENTE EVIDENZIATE LE PATOLOGIE DI CUI SOFFRIVA
COVID. DAL PROSSIMO LUNEDÌ 40,5 MILIONI DI ITALIANI SI TROVERANNO IN ZONA BIANCA. INDICE RT STABILE A 0.68.
ESTERI. PRIMO VERTICE DEL G7 DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DRAGHI SARÀ IL RELATORE PRINCIPALE NEL CORSO DELLA SESSIONE SULLA RIPRESA ECONOMICA
ESTERI. ALLARME DELLE NAZIONI UNITE PER LA SITUAZIONE IN ETIOPIA. NEL TIGRAY OLTRE 350.000 PERSONE ALLA FAME
SALUTE. CON IL LAVORO DA CASA IL CO2 IN ITALIA SI RIDURREBBE COME 60 MILIONI DI VOLI LONDRA-BERLINO IN MENO
CRONACA. IL CUGINO DI SAMAN SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE E NEGA IL SUO COINVOLGIMENTO NELLA SCOMPARSA DELLA RAGAZZA PAKISTANA
COVID. PER GLI ULTRASESSANTENNI CHE NELLA PRIMA DOSE HANNO RICEVUTO L’ASTRAZENECA IL RICHIAMO SARÀ EFFETTUATO CON PFIZER OPPURE MODERNA
Treviso City Web Radio

La nuova vita di Villa Bolasco

BolascoDipinge[1]Castelfranco. Verrà finalmente realizzato il desiderio di Renata Mazza Bolasco di trasformare la sua incantevole proprietà in un Centro dell’Università di Padova per il recupero, il restauro e la valorizzazione dei parchi storici e degli alberi monumentali.

Sono dovuti passare tre decenni e superare mille ostacoli prima che arrivasse davvero il momento di aprire i cantieri all’interno della struttura ereditata dall’ateneo patavino nel 1984. La città del Giorgione diventerà dunque presto sede di un centro di ricerca sui giardini ed i parchi storici, in piena sinergia con l’Orto Botanico del capoluogo padovano che, con i suoi cinquecento anni di attività, è il laboratorio scientifico per le scienze agrarie più antico ancora in attività.

La scoperta di un bando comunitario sui parchi storici ed il successivo avvio di una collaborazione con la città di Abbazia, ha consentito di accedere ai fondi europei previsti ( 2,6 milioni di euro). A questi si sono aggiunti, grazie ad una vecchia legge ministeriale per la creazione di centri per il restauro in Veneto, altri importantissimi finanziamenti (2,7 milioni) per il completamento dei lavori.

shop now!

© Riproduzione riservata