Primo Piano

ESTERI. FRANCIA. AL PRIMO TURNO DELLE ELEZIONI LEGISLATIVE LA COALIZIONE “ENSEMBLE!”, CHE SOSTIENE IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON HA RAGGIUNTO IL 25,75% DEI VOTI RISPETTO AL 25,66% DELL’ALLEANZA DI SINISTRA “NUPES” DI JEAN-LUC MELENCHON, SOLO LO 0,09% DI VOTI IN PIÙ (CIRCA 21 MILA VOTI DI SCARTO)
ESTERI. FRANCIA. IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON: ” SIAMO ENTRATI IN UNA ECONOMIA DI GUERRA E DOVREMO DUNQUE ORGANIZZARCI IN MODO DA AFFRONTARE UN LUNGO PERIODO DI DIFFICOLTÀ. È CAMBIATO TUTTO. NON È PIÙ POSSIBILE VIVERE ALLO STESSO RITMO ED ALLA STESSO LIVELLO DI COME VIVEVAMO UN’ANNO FA.”
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. NELLA SOLA REGIONE DI KIEV SONO STATI CONTEGGIATI 1500 CIVILI UCCISI DURANTE L’OCCUPAZIONE DELLE FORZE ARMATE RUSSE, DEI QUALI 1200 NON È STATO POSSIBILE RISALIRE ALLA LORO IDENTITÀ, 75% DI UOMINI, 2% DI BAMBINI, 23% DI DONNE
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL CAPO DELLA POLIZIA NAZIONALE, IGOR KLYMENKO: “ABBIAMO APERTO UN PROCEDIMENTO PENALE PER LA MORTE DI 12 MILA PERSONE TROVATE SOPRATTUTTO NELLE FOSSE COMUNI, UN NUMERO ALTRETTANTO CONSISTENTE DI VITTIME RIGUARDA VITTIME SCOPERTE NELLE PROPRIE ABITAZIONI. SONO CIFRE DA AGGIORNARE DI CONTINUO A CAUSA DEI NUMEROSISSIMI CORPI CHE VENGONO INDIVIDUATI OGNI SETTIMANA NEI TERRITORI CHE SONO STATI INTERESSATI NEI MESI SCORSI DALL’OCCUPAZIONE DELL’ESERCITO RUSSO.”
ESTERI. ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL PRESIDENTE VOLODYMYR ZELENS’KYJ: “A SEVERODONETSK STIAMO COMBATTENDO LETTERALMENTE METRO PER METRO. IL SUOLO DEL TERRITORIO DI LUGANSK È INTRISO DEI SOLDATI DEL NOSTRO ESERCITO E DI QUELLO DEGLI INVASORI RUSSI. CHIEDO ANCORA UNA VOLTA L’INVIO DI MISSILI.”
Treviso City Web Radio

Le Pantere belle senz’anima, Pomì Casalmaggiore riapre meritatamente i giochi

IMG_6087Cremona. Il triste epilogo di Gara 3 delle semifinali scudetto ci riporta alla mente una bella canzone di Cocciante: “Bella senz’anima”. È un modo come una altro per metabolizzare la profonda tristezza accumulata durante la partita. Osservando l’evolversi della sfida di ieri ci si chiede infatti se le recenti magnifiche serate che tanto hanno entusiasmato l’ambiente dell’Imoco e reso felice i tifosi gialloblu, siano state soltanto un puro caso od un ultimo orgoglioso colpo di coda di una stagione decisamente poco felice.

79’ minuti di agonia, di sofferenza, di profonda amarezza. Un brevissimo arco di tempo nel corso del quale le giocatrici coneglianesi hanno fatto tutto ciò che una squadra non deve mai fare se desidera finalmente realizzare un sogno da tempo rincorso e sfiorato una sola volta. Che importanza ha se le avversarie hanno disputato quasi la partita perfetta proprio nella serata del dentro o fuori. Che importanza ha se le ragazze di Mazzanti erano le uniche sul campo a voler davvero lottare?

Per l’Imoco di questa stagione era un’occasione da non sprecare, da non gettare al vento. Sarebbe stato il caso ieri di non regalare nulla alla Pomì Casalmaggiore. Non si doveva assolutamente concedere alle avversarie la possibilità di giocare Gara 4.

Loro sono state invece l’unica squadra compatta e monolitica nel rettangolo rosa. Ha combattuto, ha lottato, ha difeso con i denti e con il cuore. Una grande voglia di riscatto che significava poter prolungare la serie delle semifinali. Del resto lunedì scorso al Palaverde, pur perdendo 3-0, non avevano già fatto capire che per Conegliano non sarebbe stato una passeggiata? Eppure quei segnali non sono stati adeguatamente recepiti da chi aspira a qualcosa di importante, da chi vuole avere finalmente una mentalità ed un’anima vincente.

La qualificazione lampo miseramente sfuggita ieri sera resterà un amaro ricordo, una profonda delusione che rimarrà scolpita nella mente per il modo in cui si è manifestata. Perdere fuori casa 3-0 contro la seconda in classifica della stagione regolare che voleva risorgere a tutti i costi ed aveva una sola opportunità a disposizione, ci sta, eccome, ma non soccombere senza aver palesato di avere ancora degli artigli, di avere comunque un cuore, un’anima da vere aspiranti campionesse d’Italia.

POMI’ CASALMAGGIORE – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 3-0 (25-20, 25-15, 25-23)

Note:durata set: 27′, 24′, 28′; tot: 79′. Pomì: battute vincenti 5, errate 10, muri 8, errori 14. Imoco: bat. vin. 1, errate 2, muri 5, errori 16. Spettatori 3.116.

shop now!

© Riproduzione riservata