Primo piano

COVID. ALLARME IN GRAN BRETAGNA. GRANDE PREOCCUPAZIONE DELL’AUTORITÀ BRITANNICHE PER LA VARIANTE DELTA LA CUI TRASMISSIBILITÀ SUPERA IL 60%
COVID. LA 18ENNE CAMILLA CANEPA, DECEDUTA DOPO ESSERE STATA VACCINATA CON ASTRAZENECA, SOFFRIVA DI UNA MALATTIA AUTOIMMUNE. S’INDAGA SE NELLA CARTELLA CLINICA DELLA RAGAZZA SIANO STATE CORRETTAMENTE EVIDENZIATE LE PATOLOGIE DI CUI SOFFRIVA
COVID. DAL PROSSIMO LUNEDÌ 40,5 MILIONI DI ITALIANI SI TROVERANNO IN ZONA BIANCA. INDICE RT STABILE A 0.68.
ESTERI. PRIMO VERTICE DEL G7 DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DRAGHI SARÀ IL RELATORE PRINCIPALE NEL CORSO DELLA SESSIONE SULLA RIPRESA ECONOMICA
ESTERI. ALLARME DELLE NAZIONI UNITE PER LA SITUAZIONE IN ETIOPIA. NEL TIGRAY OLTRE 350.000 PERSONE ALLA FAME
SALUTE. CON IL LAVORO DA CASA IL CO2 IN ITALIA SI RIDURREBBE COME 60 MILIONI DI VOLI LONDRA-BERLINO IN MENO
CRONACA. IL CUGINO DI SAMAN SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE E NEGA IL SUO COINVOLGIMENTO NELLA SCOMPARSA DELLA RAGAZZA PAKISTANA
COVID. PER GLI ULTRASESSANTENNI CHE NELLA PRIMA DOSE HANNO RICEVUTO L’ASTRAZENECA IL RICHIAMO SARÀ EFFETTUATO CON PFIZER OPPURE MODERNA
Treviso City Web Radio

Contro la Reyer Venezia una De’ Longhi che non ti aspetti

38Caorle (Ve). Il Treviso si trova ancora in piena fase di preparazione. Non si discute. Affronta il periodo di precampionato alternando momenti ispirati ad altri meno felici. È normale. Il lavoro da svolgere per arrivare al meglio ai blocchi di partenza della nuova stagione agonistica s’intensifica ogni giorno e può legittimamente complicarsi un poco. Tuttavia, anche se i risultati sportivi di questo periodo di transizione hanno il valore che hanno, perché non gioire comunque dell’uno-due dei biancoazzurri dello scorso fine settimana nel torneo internazionale vinto a Caorle dalla De’ Longhi? Perché archiviare subito questo successo di fine settembre solo perché conquistato in un’amichevole estiva disputata in una deliziosa cittadina balneare del nostro amato veneto?

Prima la vittoria sui competitivi lituani dello Zalgiris Kaunas poi, in finale, il successo sui cugini dell’Umana Reyer Venezia di A1 che lo scorso campionato, sotto la lucida e competente guida di Recalcati, hanno quasi sfiorato il gran colpaccio costruendosi una stagione da mettere in ogni caso in bacheca. È stato un derby infuocato che ha premiato la prova di carattere e la maturità dei trevigiani. È stata una sfida che ha messo alla prova la panchina, visto le assenze giustificate di Negri, Fabi e Vadi. Con un Powell esplosivo (31p), un Corbett sempre più presente negli schemi della squadra (16p) ed i corazzieri Rinaldi ed Ancellotti che hanno garantito reattività e presenza nell’area pitturata. Poteva finire diversamente? Una vittoria in un’amichevole è sempre comunque un successo. Ancora più importante se aiuta a migliorarsi per una A2 ormai alle porte.

Venezia parte alla grande ed il primo quarto è sostanzialmente tutto suo con un +9 che non concede repliche. Nel secondo quarto la De’ Longhi dimostra di esserci, eccome! Due triple di Corbett sono il volano per un esaltante parziale (10-0) grazie al quale i biancocelesti costruiscono il sorpasso a danno dei veneziani. Incontenibile la gioia dei “Fioi dea Sud”. Nel terzo quarto le squadre si braccano e restano a lungo a contatto. I trevigiani rispondono colpo su colpo. In una manciata di secondi il capitano della Reyer, Goss, incassa un doppio tecnico. Una tripla di Busetto e quelle a ruota del migliore giocatore del torneo Marshawn Powell permettono a Treviso di prendere il sopravvento sugli avversari. A 6’ dalla fine il punteggio sul tabellone segnala il 63-69 a favore dei i trevigiani. Venezia però non rinuncia a lottare. La coppia Powell-Corbett garantisce alla De’ Longhi concretezza in attacco. La grinta e la determinazione di Moretti non sono da meno.

I minuti passano. Mancano 3’ ed il risultato continua a sorridere ai trevigiani. Un canestro di Corbett fissa il punteggio sul 70-77. C’è tempo per una bellissima stoppata di Ancellotti su Owens, per una difesa dei biancocelesti in gran spolvero contro l’Umana. Si arriva alla sirena di fine gara con la De’ Longhi TVB che supera l’Umana Reyer 75-83. Si scrive Caorle ma si legge Treviso. Piccole soddisfazioni che però possono aiutare a diventare grandi.

UMANA REYER VENEZIA – DE’ LONGHI TREVISO BASKET 75-83

UMANA: Peric 17 (3/5, 3/7), Goss 16 (3/4, 2/4), Antelli, Tonut 0 (0/1 da 3), Jackson 16 (2/3, 4/7), Visconti, Green 0 (0/3, 0/2), Ruzzier 4 (1/1 da 2), Bramos 10 (1/3, 2/5), Owens 12 (6/10 da 2), Ress 0 (0/1 da 3), Simioni All.: Recalcati

DE’ LONGHI: Corbett 16 (1/5, 4/7), Moretti 9 (0/2, 2/2), De Zardo 0 (0/1, 0/1), Busetto 3 (0/1, 1/2), Fantinelli 6 (3/7, 0/1), Powell 31 (10/16, 2/3), Rinaldi 4 (2/5, 0/1), Ancellotti 14 (7/8 da 2). NE: Malbasa, Fabi. All.: Pillastrini

shop now!

© Riproduzione riservata