Primo Piano

ESTERI. FRANCIA. AL PRIMO TURNO DELLE ELEZIONI LEGISLATIVE LA COALIZIONE “ENSEMBLE!”, CHE SOSTIENE IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON HA RAGGIUNTO IL 25,75% DEI VOTI RISPETTO AL 25,66% DELL’ALLEANZA DI SINISTRA “NUPES” DI JEAN-LUC MELENCHON, SOLO LO 0,09% DI VOTI IN PIÙ (CIRCA 21 MILA VOTI DI SCARTO)
ESTERI. FRANCIA. IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON: ” SIAMO ENTRATI IN UNA ECONOMIA DI GUERRA E DOVREMO DUNQUE ORGANIZZARCI IN MODO DA AFFRONTARE UN LUNGO PERIODO DI DIFFICOLTÀ. È CAMBIATO TUTTO. NON È PIÙ POSSIBILE VIVERE ALLO STESSO RITMO ED ALLA STESSO LIVELLO DI COME VIVEVAMO UN’ANNO FA.”
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. NELLA SOLA REGIONE DI KIEV SONO STATI CONTEGGIATI 1500 CIVILI UCCISI DURANTE L’OCCUPAZIONE DELLE FORZE ARMATE RUSSE, DEI QUALI 1200 NON È STATO POSSIBILE RISALIRE ALLA LORO IDENTITÀ, 75% DI UOMINI, 2% DI BAMBINI, 23% DI DONNE
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL CAPO DELLA POLIZIA NAZIONALE, IGOR KLYMENKO: “ABBIAMO APERTO UN PROCEDIMENTO PENALE PER LA MORTE DI 12 MILA PERSONE TROVATE SOPRATTUTTO NELLE FOSSE COMUNI, UN NUMERO ALTRETTANTO CONSISTENTE DI VITTIME RIGUARDA VITTIME SCOPERTE NELLE PROPRIE ABITAZIONI. SONO CIFRE DA AGGIORNARE DI CONTINUO A CAUSA DEI NUMEROSISSIMI CORPI CHE VENGONO INDIVIDUATI OGNI SETTIMANA NEI TERRITORI CHE SONO STATI INTERESSATI NEI MESI SCORSI DALL’OCCUPAZIONE DELL’ESERCITO RUSSO.”
ESTERI. ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL PRESIDENTE VOLODYMYR ZELENS’KYJ: “A SEVERODONETSK STIAMO COMBATTENDO LETTERALMENTE METRO PER METRO. IL SUOLO DEL TERRITORIO DI LUGANSK È INTRISO DEI SOLDATI DEL NOSTRO ESERCITO E DI QUELLO DEGLI INVASORI RUSSI. CHIEDO ANCORA UNA VOLTA L’INVIO DI MISSILI.”
Treviso City Web Radio

Il carattere della De’ Longhi regala a Treviso la quinta vittoria consecutiva (72-64)

IMG_7422Villorba (Tv). Non è stato per niente facile ai “Fioi” dell’allenatore Pillastrini superare un ottimo Jesi che , sia pure per pochi punti, per buona parte della gara è stata sempre in vantaggio. Sin dalle prime battute dell’incontro si è avuta la netta percezione che le cose sarebbero state più complicate del solito. Un ottimo lavoro sotto canestro della De’ Longhi non è bastato infatti a controbilanciare in modo efficace una micidiale percentuale dei tiri dalla distanza del marchigiani che solo nel terzo quarto ha palesato qualche colpo a vuoto. Per i trevigiani è stata una lunga ed estenuante lotta di nervi ma alla fine sono riusciti ugualmente a superare l’ostacolo. Partita e primato in classifica sono ancora della De’ Longhi.

Il primo quarto inizia in modo spettacolare. Corbett, Fantinelli e Powell con le loro rispettive schiacciate scaldano il numeroso pubblico presente al Palaverde. Hunter però rimette tutto a posto con le sue due triple (6-7). Il gioco dei trevigiani non è fluido mentre i cecchini di Jesi continuano ad avere la mano calda. Una bella ed elegante entrata di Fantinelli nel pitturato degli avversari regala il pareggio a Treviso (12-12). Hunter e Santiangeli regalano però il quarto a Jesi (16-18).

Dopo il primo mini intervallo sembra che la De’ Longhi riesca finalmente a prendere il pieno controllo della gara ma è solo un attimo, non riesce proprio a scappare via. Greene e Santiangeli mette in grave difficoltà la difesa veneta che accumula falli in serie e regala così agli ospiti un piccolo break che disorienta i padroni di casa (+4). Il punteggio resta basso. Le difese fanno il loro dovere ma mentre Treviso stenta dal tiro dalla distanza (2/13) gli ospiti invece riescono a mantenere una invidiabile percentuale. Anche il secondo quarto è degli ospiti (33-34).

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga degli altri due quarti con Jesi dunque che non smette di gonfiare dalla distanza la retina dei biancocelesti. Corbett non ci sta e risolve più di qualche problema ai trevigiani. La scossa arriva con l’ingresso in campo di Negri e con Fantinelli a distribuire palloni d’oro ai compagni. I falli accumulati dai trevigiani però complica loro un poco le cose. Il terzo quarto si conclude con Jesi sempre in vantaggio (52-54).

Al rientro dal secondo mini intervallo della gara Powell decide d’ingranare la quinta e prende per mano la squadra. Moretti non è da meno e firma il +5 per la De’ Longhi (62-57). Lasi chiama a raccolta i suoi ma al rientro quello che sembrava solo un’ipotesi di fuga si materializza invece sempre di più in modo inequivocabile. È arrivato così il momento per Treviso di mettere il proprio sigillo sulla gara. Complice un repentino appannamento dell’attacco dei marchigiani, i trevigiani regalano ai tifosi un parziale da sogno (16-4) che significa quinta vittoria consecutiva e primato in classifica.

Note: pq 16-18, sq 33-34, tq 52-54. Tiri liberi: Treviso 12/16, Jesi 22/32. Rimbalzi: Treviso 17+33, Jesi 6+24. Assist: Treviso 23 (Fantinelli 10), Jesi 5. Uscite 5 falli: Moretti al 33’59” (62-57). Spettatori: 4169.

shop now!

© Riproduzione riservata