Primo Piano

ESTERI. FRANCIA. AL PRIMO TURNO DELLE ELEZIONI LEGISLATIVE LA COALIZIONE “ENSEMBLE!”, CHE SOSTIENE IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON HA RAGGIUNTO IL 25,75% DEI VOTI RISPETTO AL 25,66% DELL’ALLEANZA DI SINISTRA “NUPES” DI JEAN-LUC MELENCHON, SOLO LO 0,09% DI VOTI IN PIÙ (CIRCA 21 MILA VOTI DI SCARTO)
ESTERI. FRANCIA. IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON: ” SIAMO ENTRATI IN UNA ECONOMIA DI GUERRA E DOVREMO DUNQUE ORGANIZZARCI IN MODO DA AFFRONTARE UN LUNGO PERIODO DI DIFFICOLTÀ. È CAMBIATO TUTTO. NON È PIÙ POSSIBILE VIVERE ALLO STESSO RITMO ED ALLA STESSO LIVELLO DI COME VIVEVAMO UN’ANNO FA.”
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. NELLA SOLA REGIONE DI KIEV SONO STATI CONTEGGIATI 1500 CIVILI UCCISI DURANTE L’OCCUPAZIONE DELLE FORZE ARMATE RUSSE, DEI QUALI 1200 NON È STATO POSSIBILE RISALIRE ALLA LORO IDENTITÀ, 75% DI UOMINI, 2% DI BAMBINI, 23% DI DONNE
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL CAPO DELLA POLIZIA NAZIONALE, IGOR KLYMENKO: “ABBIAMO APERTO UN PROCEDIMENTO PENALE PER LA MORTE DI 12 MILA PERSONE TROVATE SOPRATTUTTO NELLE FOSSE COMUNI, UN NUMERO ALTRETTANTO CONSISTENTE DI VITTIME RIGUARDA VITTIME SCOPERTE NELLE PROPRIE ABITAZIONI. SONO CIFRE DA AGGIORNARE DI CONTINUO A CAUSA DEI NUMEROSISSIMI CORPI CHE VENGONO INDIVIDUATI OGNI SETTIMANA NEI TERRITORI CHE SONO STATI INTERESSATI NEI MESI SCORSI DALL’OCCUPAZIONE DELL’ESERCITO RUSSO.”
ESTERI. ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL PRESIDENTE VOLODYMYR ZELENS’KYJ: “A SEVERODONETSK STIAMO COMBATTENDO LETTERALMENTE METRO PER METRO. IL SUOLO DEL TERRITORIO DI LUGANSK È INTRISO DEI SOLDATI DEL NOSTRO ESERCITO E DI QUELLO DEGLI INVASORI RUSSI. CHIEDO ANCORA UNA VOLTA L’INVIO DI MISSILI.”
Treviso City Web Radio

Al San Valentino saranno potenziate le attività per le patologie urologiche

Montebelluna. In questo periodo, al nosocomio montebellunese è in atto un deciso rafforzamento delle attività ambulatoriali e chirurgiche del reparto urologico, naturale conseguenza della stretta collaborazione tra i medici del San Valentino ed i colleghi dell’Urologia di Treviso.

Questa nuova fase, che riguarda l’attività operatoria in anestesia generale della squadra di chirurghi montebellunesi in sinergia con medici dell’Urologia di Treviso, è la diretta conseguenza della fase sperimentale avviata l’anno scorso con gli interventi chirurgici ambulatoriali diurni e gestita dal Dott. Giandavide Cova, la cui presenza può oramai considerarsi un punto fermo della cooperazione.

Le patologie prese in considerazione dal gruppo di professionisti dei due ospedali trevigiani coinvolti sono la calcolosi, i tumori dell’apparato urologico, la prostata e dei testicoli.

A conferma di questo potenziamento dell’attività medica tra i due ospedali della Marca Trevigiana si aggiunge poi la presenza, dal 1° marzo scorso, di un medico del gruppo di lavoro specialistico di Treviso che svolge la sua attività presso il poliambulatorio del San Valentino dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 16:00.

Lo scopo è anche quello di garantire una migliore ed una più efficace gestione delle priorità cliniche che di volta in volta si dovranno gestire per assicurare agli utenti il massimo livello qualitativo del servizio sanitario dell’ospedale montebellunese.

© Riproduzione riservata