Primo Piano

ESTERI. FRANCIA. AL PRIMO TURNO DELLE ELEZIONI LEGISLATIVE LA COALIZIONE “ENSEMBLE!”, CHE SOSTIENE IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON HA RAGGIUNTO IL 25,75% DEI VOTI RISPETTO AL 25,66% DELL’ALLEANZA DI SINISTRA “NUPES” DI JEAN-LUC MELENCHON, SOLO LO 0,09% DI VOTI IN PIÙ (CIRCA 21 MILA VOTI DI SCARTO)
ESTERI. FRANCIA. IL PRESIDENTE EMMANUEL MACRON: ” SIAMO ENTRATI IN UNA ECONOMIA DI GUERRA E DOVREMO DUNQUE ORGANIZZARCI IN MODO DA AFFRONTARE UN LUNGO PERIODO DI DIFFICOLTÀ. È CAMBIATO TUTTO. NON È PIÙ POSSIBILE VIVERE ALLO STESSO RITMO ED ALLA STESSO LIVELLO DI COME VIVEVAMO UN’ANNO FA.”
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. NELLA SOLA REGIONE DI KIEV SONO STATI CONTEGGIATI 1500 CIVILI UCCISI DURANTE L’OCCUPAZIONE DELLE FORZE ARMATE RUSSE, DEI QUALI 1200 NON È STATO POSSIBILE RISALIRE ALLA LORO IDENTITÀ, 75% DI UOMINI, 2% DI BAMBINI, 23% DI DONNE
ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL CAPO DELLA POLIZIA NAZIONALE, IGOR KLYMENKO: “ABBIAMO APERTO UN PROCEDIMENTO PENALE PER LA MORTE DI 12 MILA PERSONE TROVATE SOPRATTUTTO NELLE FOSSE COMUNI, UN NUMERO ALTRETTANTO CONSISTENTE DI VITTIME RIGUARDA VITTIME SCOPERTE NELLE PROPRIE ABITAZIONI. SONO CIFRE DA AGGIORNARE DI CONTINUO A CAUSA DEI NUMEROSISSIMI CORPI CHE VENGONO INDIVIDUATI OGNI SETTIMANA NEI TERRITORI CHE SONO STATI INTERESSATI NEI MESI SCORSI DALL’OCCUPAZIONE DELL’ESERCITO RUSSO.”
ESTERI. ESTERI. INVASIONE DELL’UCRAÌNA. IL PRESIDENTE VOLODYMYR ZELENS’KYJ: “A SEVERODONETSK STIAMO COMBATTENDO LETTERALMENTE METRO PER METRO. IL SUOLO DEL TERRITORIO DI LUGANSK È INTRISO DEI SOLDATI DEL NOSTRO ESERCITO E DI QUELLO DEGLI INVASORI RUSSI. CHIEDO ANCORA UNA VOLTA L’INVIO DI MISSILI.”
Treviso City Web Radio

6 Nazioni 2022: le immagini più belle di una vittoria storica, Galles – Italia 21 a 22

Cardiff. Vi proponiamo le immagini salienti di una partita che ha reso felici i tanti tifosi della nazionale italiana della pallovale. Una lunghissima attesa che ci si augura non si debba rivivere ancora e che possa essere invece di buon auspicio per quel salto di qualità atteso da tanto tempo, da troppo tempo.

La terza vittoria in trasferta degli italiani nel Torneo dei Sei Nazioni, preceduta da quelle ottenute in entrambi i casi in Scozia (2007, 2015), merita infatti molto più di un inaspettato ma bellissimo pomeriggio di sport di fine marzo. Il movimento della pallovale italiano deve aspirare a molto di più e non limitarsi a festeggiare meritatamente, qua e là, i successi sportivi di fine torneo che fanno morale ma non riempiono la bacheca di trofei e di medaglie.

Godiamoci però il momento, rivivendo più e più volte le emozioni che i giocatori dell’allenatore neozelandese Kieran Crowley ci hanno regalato di recente.

Una difesa che non si vedeva da tanto tempo, i piazzati di Paolo Garbisi e di Edoardo Padovani che hanno fatto la loro parte ma, soprattutto, la splendida serpentina ed il successivo scatto da centometrista di Ange Capuozzo che ha regalato poi su un vassoio d’argento ad Edoardo Padovani la gioia della storica meta. Istantanee di una partita memorabile per i colori azzurri, da ricordare a lungo.

© Riproduzione riservata